header_

Archivi per la categoria ‘Stewart Lee’

Cari cittadini e aspiranti Presidenti della Repubblica, rieccoci qua a brevissimo giro (i più esperti di voi sapranno già che non dovete farci l’abitudine) per presentarvi qualcosa di fantastico.

Siamo solitamente moderati con i giudizi verso i comici che traduciamo, ma questa volta non possiamo esimerci dall’usare la parola “genio“. Perché questo è Stewart Lee nel campo della comicità, e più che mai in questo show. Come altro lo chiamereste un comico che si procura le risate trattando il suo pubblico con supponenza, decostruendo a ogni passo la sua tecnica comica, correndo il rischio di “perdere” definitivamente il suo pubblico per poi riguadagnarlo più in là, e poi riperderlo ancora, e così via?

Nel 2005 il nostro passò un anno terribile: oltre a problemi di salute derivanti da uno stile di vita non proprio sano, si ritrovò in mezzo a una possibile causa per blasfemia a seguito della messa in onda sulla BBC di un musical con testi scritti da lui, dal titolo Jerry Springer: The Opera. Il Jerry Springer del titolo, come forse saprete, è un presentatore americano che conduce un talk show supertrash, la cui serata media culmina in una rissa tra transessuali. Nel musical, Jerry Springer finisce a presentare il suo show all’Inferno, ha come ospiti Satana e Gesù e… beh, magari ne parliamo un’altra volta…

Per sfogare il suo malcontento, Lee lo riversò in questo suo monologo, anch’esso troppo controverso per essere distribuito da qualunque produttore di DVD. Ed è qui che entrò in gioco Chris Evans, che dopo aver visto lo spettacolo dal vivo e aver scoperto che non ne esisteva una registrazione, decise di improvvisarsi produttore e propose a Lee di mettere lo spettacolo su DVD. Fu così, proprio con 90s Comedian, che nacque Go Faster Stripe, una casa di produzione indipendente che da allora distribuisce ottima stand-up anglosassone che nessun altro avrebbe il coraggio di distribuire.

Ed è per questo che stavolta il video lo dovete proprio comprare, niente scorciatoie. Anche perché Go Faster Stripe lo ha messo a disposizione in download (senza DRM) alla modica cifra di 5 sterline (meno di 6 euro). Questo spettacolo ne vale almeno il triplo.

Traduzione: ReRosso
Revisione: Giacinto Palmieri

SCARICA I SOTTOTITOLI  –  ACQUISTA IL VIDEO

 

Cari degustatori della comicità bipede, quello che vi presentiamo oggi è un piatto da nouvelle cuisine. Considerato il “comedian’s comedian”  per eccellenza, cioè il comico favorito dai comici, nel mondo della stand-up anglofona Stewart Lee è ormai quasi uno status symbol, il cui apprezzamento è spesso considerato sufficiente a separare chi è autenticamente aperto alla comicità “intelligente” da chi invece preferisce abbuffarsi di BigMac(Intyre).

Al di là degli eccessi del culto, resta comunque il fatto che Stewart Lee è stato, e continua a essere, uno dei grandi innovatori di questo mezzo espressivo. Come i grandi artisti del ‘900, Stewart Lee ama infatti violare ogni regola precostituita, disegnando piuttosto un paio di baffi beffardi alla propria Gioconda: ecco quindi le ripetizioni ossessive, i set-up che non finiscono mai, le punch-line negate, il linguaggio eccessivamente forbito, i riferimenti volutamente oscuri, le dichiarazioni di superiorità verso il pubblico.  E come in certa avanguardia, non manca una buona dose di formalismo e di auto-referenzialità. Se i comici satirici prendono in giro il potere, Lee prende spesso in giro il potere comico, l’establishment del mondo della comicità, rivelandone i trucchi con le sue spietate decostruzioni e con la sua testardaggine a fare esattamente il contrario.

Nonostante queste scelte volutamente elitistiche, Stewart Lee è riuscito con i suoi spettacoli dal vivo (a cominciare da Stand Up Comedian, che qui presentiamo)  a crearsi un proprio seguito anche al di fuori degli addetti ai lavori, fino al punto da ottenere, vent’anni dopo i successi televisivi di quando era in coppia con Richard Herring, un programma tutto suo su BBC3, di cui è ora in corso la seconda serie. In mezzo c’è stata l’esperienza esaltante e traumatizzante al tempo stesso di Jerry Springer – The Opera, di cui Lee ha scritto i testi e il cui contenuto “blasfemo” ha suscitato proteste, boicottaggi e cancellazioni. Privato della sua grande occasione di successo popolare, Lee è emerso da questa esperienza più “cattivo” e “difficile” di prima, ancora più determinato a cercare la propria via alla risata.

Buon appetito.

– Giacinto Palmieri

Traduzione: Paolo Burini
Revisione: Giacinto Palmieri e ReRosso

Durata video: 78:17

DOWNLOAD SOTTOTITOLI

> Acquista il DVD <

Satiristas!
Principale
Siti amici
Archivi
Twitter
Facebook

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, acconsenti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, scrollando verso il basso o cliccando su "Accetta", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi